Tenaris

Tenaris Dalmine: la manutenzione dei sistemi antincendio

“Fate prevenzione e non aspettate che avvenga l’incidente. Con il nostro partner Gruppo Sicura, abbiamo introdotto un sistema di gestione (GemmaPlus) per poter tenere sotto controllo la manutenzione di tutti i presidi antincendio (più di 3.000 estintori)”

CLAUDIO DANESI (Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione Sicurezza - Tenaris Dalmine S.p.A.)

Nel dettaglio, è stata svolta una mappatura di tutti i siti (“Lavoro estremamente complesso, visto che solamente l’impianto di Dalmine misura 1.600.000 metri quadri con 600.000 metri coperti su più piani”) e nel sistema di gestione sono state caricate tutte le mappe geografiche dei siti, con la possibilità di entrare nei dettagli degli estintori presenti, degli idranti e degli impianti.

Come ulteriore passo intendiamo mettere un codice a barre su tutti i presidi, in modo tale da facilitarne il controllo (“Abbiamo ricevuto i complimenti da parte dei VVFF e della ditta di manutenzione”). Se è pur vero che ciò non elimina la possibilità che vi siano incidenti, quello che riguarda la prevenzione è stato fatto e attualmente, in parallelo al sistema GemmaPlus, siamo in fase di certificazione prevenzione incendi.

L’azienda negli ultimi anni ha messo a disposizione circa 6 milioni di dollari (di cui 2,5 già spesi) non certo per ottenere la certificazione, ma per avere impianti fruibili e correttamente manutenuti. Va segnalato che siamo la prima azienda in Italia di tale complessità che ha ottenuto la certificazione OHSAS 18001 (“Bisogna credere nelle cose: attualmente dopo il nostro esempio, tutti gli impianti mondiali sono chiamati ad ottenere la certificazione”); anche se resta il fatto che gli infortuni possono sempre accadere, quantomeno abbiamo un controllo di gestione serio che consente di ottenere risultati.